Anatocismo vietato anche annualmente. Sentenza n° 9127 / 15 del 06/05/2015

La Cassazione colpisce ancora le banche, definendo l’anatocismo “una pratica arbitraria“. Con il deposito della sentenza n. 9127/2015 in data di ieri, 6 maggio 2015, la cassazione ha statuito che l’anatocismo bancario è una pratica vietata indipendentemente dal periodo in cui vengono capitalizzati gli interessi a debito, che siano essi annuali o trimestrali. Nel caso […]

Sentenza del Tribunale di Ancona sul principio del “Saldo Zero”

Il Tribunale di Ancona ha condiviso il principio per la prima volta enucleato dal Tribunale di Brindisi con la famosissima sentenza redatta dal Dott. Natali con sentenza emessa in data del 9. 08.2012, secondo cui, si applica il principio del c.d. saldo zero, nel caso in cui il correntista sia impossibilitato di allegare la documentazione […]

Ripetizione di indebito sui conti correnti. Corte d’Appello di Torino, Sez. I, 15 febbraio 2015, n. 214

L’orientamento della Corte d’Appello sulla domanda di ripetizione di indebito da parte del correntista alla Banca. Con la sentenza  emessa dalla Prima sezione in data 15.02.2015, la Corte di Appello di Torino ritiene che sia inammissibile la domanda del correntista della ripetizione delle somme indebitamente incassate dalla Banca, quando vi è un conto corrente ancora […]

Anatocismo: Banca condannata a risarcire 7 milioni di euro

Anatocismo: BNL è stata condannata dal Tribunale Civile di Lecce a risarcire 7 milioni di euro alle aziende Nuova Adelchi Spa e Calzaturificio Adelchi. La Banca Nazionale del Lavoro era stata citata in giudizio dalle 2 aziende per aver applicato in modo illegale le clausole degli interessi,  in particolare per clausole nulle riguardanti l’applicazione degli […]

Anatocismo: Abolita la norma inserita nel decreto legge Competività

anatocismo

Saltata la norma riguardante l’ anatocismo  inclusa nel decreto legge Competività. Venerdì scorso, la Commissione Bilancio del Senato ha bocciato la reintroduzione dell’anatocismo bancario, previsto nell’art. 31 del decreto legge n. 66 del 24 sulla “Competitività” proprio per evitare effetti negativi per le Amministrazioni Pubbliche e gli Enti locali causati dall’introduzione di un nuovo meccanismo […]