Derivati: Risarcimento al Comune di Milano, condannate 4 banche

Deutsche Bank, Depfa Bank, Ubs e Jp Morgan sono le banche che sono state condannate per la presunta truffa da 100 milioni di euro sui derivati stipulati dal Comune di Milano nel 2005.

Ad emettere la condanna è stato il Giudice di Milano Oscar Magi multando le banche per 1 milione di euro ognuna e la confisca complessiva di oltre 87 milione di euro.

Oltre a dichiarare i quattro colossi bancari responsabili sulla base della legge 231, il giudice ha condannato nove persone a pene da un minimo di sei mesi a un massimo di otto, dichiarando inoltre gli imputati incapaci di contrattare con la pubblica amministrazione per un anno.

Alfredo Robled, procuratore aggiunto di Milano che ha cordinato l’inchiesta dichiara:

è una sentenza storica, perché è stato riconosciuto il principio fondamentale che ci deve essere trasparenza da parte delle banche nel contrattare con la pubblica amministrazione

Secondo l’accusa le banche avrebbero raggirato l’amministrazione comunale, sotto la giunta Albertini e dopo sotto la giunta Moratti, facendole firmare uno swap trentennale senza informare il comune degli eventuali rischi.

Il legale di Deutsche bank Giuseppe Iannaccone dichiara:

È chiaro che non condividiamo nulla di questa decisione, ma è una sentenza che va rispettata come tutte le altre

Anche Ubs afferma il proprio disappunto, certi che la propria condotta e quella dei dipendenti sono state del tutto conformi alla legge.