DOCUMENTI NECESSARI

Quali documenti sono necessari per il calcolo degli interessi anatocistici?

Per effettuare una perizia in materia di anatocismo bancario, sono necessari diversi documenti che il correntista solitamente ha ricevuto dall’istituto di credito. Qualora non ne sia in possesso egli può richiederne copia (estratti conto, riassunti a scalare contratti apertura di credito) ai sensi della normativa bancaria ex art. 119 comma 4 del T.U.B.

Le nostre perizie si basano sull’attento esame della seguente documentazione:

Conti Correnti Bancari

  • Contratto di conto corrente stipulato e sottoscritto dalle parti
  • Contratto di conto corrente anticipi
  • Contratto di conto salvo buon fine
  • Estratto conto comprensivo di conti a scalare e prospetti di liquidazione delle competenze bancarie
  • Contratto di affidamento del conto corrente con eventuali prospetti informativi allegati al contratto con esplicate le condizioni praticate sia all’apertura del conto corrente che successivi
  • Eventuale contratto ipotecario e/o sottoscrizione di fideiussione a garanzia della concessione di apertura del credito
  • Eventuale richiesta di rimborso già inviata presso l’ Istituto di credito per l’interruzione della prescrizione (ricordiamo che la prescrizione è decennale con decorrenza dalla data di chiusura del conto corrente   

Mutui, Finanziamenti e Leasing

  • Copia completa del contratto e delle condizioni
  • Piano di ammortamento
  • Riepilogo rate pagate e rate eventualmente non pagate
  • Copia della perizia fatta fare dalla banca da professionista per stabilire il valore dell’ immobile dato in garanzia
  • Copia della polizza assicurativa fatta e pagata dal cliente, ma con il vincolo a favore della banca

N.B. Il correntista può chiedere alla Banca una copia degli estratti conto e di eventuali altri documenti relativi agli ultimi dieci anni, sostenendone ovviamente le spese.

A tal proposito si consiglia di conservare sempre tutti i documenti bancari pervenuti, in quanto, lo si ribadisce, gli istituti di credito, ai sensi dell’art. 2220 del codice civile, non sono tenuti a preservare gli stessi nei propri archivi oltre i dieci anni ( si legga per chiarimenti la sentenza della Suprema Corte del 12 Maggio 2006 n. 11004).

La documentazione dovrà essere in ordine cronologico (anno per anno e mese per mese).

La perizia verra’ emessa in base alla documentazione presentata e consegnata.

VUOI OTTENERE IL GIUSTO RIMBORSO?

Se pensi di essere vittima di un fenomeno come l’anatocismo o l’usura richiedi ora la nostra perizia econometrica.